info@giammarcopuntelli.com

PACE E AMORE AD ALASSIO: LA MOSTRA È PRONTA PER L’INAUGURAZIONE DI SABATO 11 SETTEMBRE ALLE 17.71 I MAESTRI SELEZIONATI PER L’EVENTO AD ABU DHABI.CON IL SIGNIFICATO DI PACE E AMORE SARA’ RICORDATO L’11 SETTEMBRE.

Giammarco Puntelli

PACE E AMORE AD ALASSIO: LA MOSTRA È PRONTA PER L’INAUGURAZIONE DI SABATO 11 SETTEMBRE ALLE 17.
71 I MAESTRI SELEZIONATI PER L’EVENTO AD ABU DHABI.
CON IL SIGNIFICATO DI PACE E AMORE SARA’ RICORDATO L’11 SETTEMBRE.

Dopo due anni di attesa Expo 2020 Abu Dhabi-Dubai è alle porte. Pace e Amore, partito nel 2018 come progetto d’arte dalla Grande Moschea di Roma e ora official event arabo, che ha come tema arte contemporanea italiana per Expo 2020, è pronto a riempire le sale, ogni mese con una mostra nuova con pochissimi artisti, al Manarat al Saadiyat, nell’isola dei musei ad Abu Dhabi dove ci sono anche le sedi del Louvre e del Guggenheim. Gli artisti contemporanei entrano così nella storia non solo araba ma del mondo, in un momento storico nel quale frequentano quelle terre oltre venti milioni di persone per un Expo al quale hanno aderito duecento Paesi. 

In questi due anni le selezioni sono state particolarmente severe: circa quattromila artisti hanno richiesto la partecipazione che è stata concessa solo a settantuno artisti considerati custodi di un linguaggio artistico universale che può essere condiviso dai Paesi partecipanti. Il contesto prestigioso è ulteriormente amplificato dal catalogo dell’Editoriale Giorgio Mondadori che sarà presentato nelle prossime settimane a Roma nella Sala Stampa della Camera dei Deputati e al teatro della Grande Moschea di Roma con rappresentanti di istituzioni arabe e italiane. 

Un catalogo che si annuncia da collezione come avviene in queste occasioni, un catalogo ordinato già in terra araba in numerose copie a testimonianza dell’attesa crescente per la mostra.

Commissario dell’evento arabo d’arte contemporanea italiana Pace e Amore è Giammarco Puntelli, già direttore artistico di mostre internazionali, dagli Stati Uniti a Londra, alla Cina, autore dell’Editoriale Giorgio Mondadori di cui è titolare per ben due collane “Le Scelte di Puntelli” e “Profili d’Artista”, membro del Comitato di selezione del “Catalogo dell’Arte Moderna. Gli artisti italiani dal primo Novecento ad oggi” dell’Editoriale Giorgio Mondadori. 

Paolo Calcari, già assistente del progetto alla Grande Moschea di Roma, è l’attuale direttore artistico e manager della mostra ad Abu Dhabi, operatore nel mondo dell’arte contemporanea, ha alle spalle l’organizzazione di decine di mostre soprattutto internazionali, dalla Giordania agli Stati Uniti, fra cui partecipazioni ad Art Basel Miami.

Giammarco Puntelli e Paolo Calcari cureranno insieme le mostre ufficiali.

La promozione in Italia dell’evento arabo ha interessato nove città: Alassio, Imperia, Ventimiglia, Milano, Roma, Fontanellato-Parma, Siena, Massa, Anghiari. A queste si sono aggiunte le lunigianesi Pontremoli e Fivizzano per la loro importanza nella cultura dei libri e nell’arte.

Dietro agli eventi c’è un vero e proprio team.

Nell’Ex Chiesa Anglicana hanno lavorato per una settimana un team di consulenti, esperti ed assistenti di Giammarco Puntelli.

La progettazione e la disposizione nella location in tempo di pandemia dei supporti per le opere d’arte è a cura degli architetti Fabio Fidone e Ivana Vio, successivamente Giammarco Puntelli e Paolo Calcari hanno preparato il piano di mostra.

L’Ex Chiesa Anglicana ad Alassio, location scelta con l’amministrazione comunale della città ligure, si prepara ad accogliere oltre centoquaranta opere ed è l’unica tappa  della mostra in Italia prima di andare dal 1 ottobre al 31marzo 2022 ad Abu Dhabi 

L’amministrazione di Alassio recita un ruolo di primo piano nel grande evento che da Alassio proseguirà con la presentazione del catalogo alla Camera dei Deputati a Roma da parte del responsabile dell’Editoriale Giorgio Mondadori e Cairo Publishing Carlo Motta, per poi arrivare a rappresentare l’arte contemporanea italiana ad Abu Dhabi.

Questi i maestri e gli artisti selezionati: Piera Bachiocco, Giorgio Baldoni, Roberta Betti, Emanuele Biagioni, Lorenza Bini, Salvo Bonnici, Alfonso Borghi, Silvia Caimi, Tiziano Calcari, Mario Rei Cannito, Franco Carletti, Alessandra Casciotti, Luigi Cei, Carla Chiusano, Ignazio Colagrossi, Stefania Conticchio, Giovanni Cristini, Emanuela De Franceschi, Antonella Iris De Pascale, Ornella De Rosa DRO, Pietro Del Corto, Luciano Donini, Athos Faccincani, Gianfranco Facco, Feofeo, Claudio Fezza, Fabio Fidone, Davide Foschi, Emanuela Franchin, Luigi Galligani, Giulio Cesare Giacobbe, Federica Gianfranchi, Franco Girondi, Alessandro Grazi, Lucilla Labianca, Maurizio Laurenti, Maria Mansueto, Erika Marchi, Federica Marin, Giuseppe Marziano, Claudio Massimi, Isabella Meloni, Karin Monschauer, Domenico Monteforte, Fiamma Morelli, Fausto Nazer, Patrizio Oca, Giuliano Ottaviani, Pamela Pagano, Vittoria Palazzolo, Katia Papaleo, Stefania Pinci, Eralda Pitto, Elettra Spalla Pizzorno, Liala Polato, Gene Pompa, Andrea Prandi, Daniela Rebuzzi, Claudia Salvadori, Gabriella Scopelliti, Elvira Sirio, Laura Soprani, Guglielmo Spotorno, Fernando Tam, Franco Tarantino, Stefania Tazzini, Michela Tragni, Jucci Ugolotti, Sandra Valdevilt, Serafino Valla, Ivana Vio. 

La mostra nell’Ex Chiesa Anglicana ad Alassio, che sarà inaugurata sabato 11 settembre alle ore 17, sarà visitabile fino al 10 ottobre da martedì a domenica dalle 15 alle 19.

Le foto fatte durante gli allestimenti sono di Fabio Fidone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *