info@giammarcopuntelli.com

Expo 2021 un portale per la rinascita: impossibile non esserci

Giammarco Puntelli

Expo 2021 un portale per la rinascita: impossibile non esserci

Expo 2021 come portale di rinascita.Gli Emirati Arabi stanno diventando un hub internazionale per unire cultura, arte, spirito imprenditoriale ed innovazione.Tutto questo per spingere una rinascita economica a livello globale che può partire dall’Esposizione Universale, una manifestazione che vuole posizionare al meglio l’immagine degli Emirati Arabi nel mondo.Quali sono i numeri dell’Expo che è stato spostato al 1 ottobre 2021 a causa della pandemia ma i cui lavori e i singoli eventi stanno procedendo velocemente nella realizzazione e nell’iter operativo?La più grande manifestazione fieristica al mondo e l’evento di maggior attrazione degli ultimi 5 anni della storia del pianeta avrà luogo in un sito tra Dubai e Abu Dhabi, un sito di oltre 400 ettari.Metterà in rapporto oltre 190 Paesi per ragionare su un futuro sostenibile secondo la linea “Connecting minds, creating future”.Stiamo parlando di un evento che ha già creato otre 300.000 posti di lavoro, ed ha un costo di circa 8 miliardi di dollari in termini di allestimenti ed organizzazioni, e di cui è facile prevedere un giro d’affari superiore ai 23 miliardi di dollari.I leader, gli investitori, gli imprenditori, gli esponenti delle istituzioni e della cultura a livello mondiale saranno all’interno di questo contesto.Le visite già previste superano i 26 milioni di persone di cui quasi l’80% verranno dall’estero.E le infrastrutture delle città sono state rafforzate non solo da una nuova autostrada ma anche da vie metropolitane in grado di trasportare oltre 40.000 passeggeri all’ora pronti per entrare nella zona dell’Esposizione.Il Padiglione Italia si prepara a promuovere la nostra cultura e le nostre imprese con il claim “ La bellezza unisce le persone” e l’obiettivo tutto italiano è quello di favorire i legami e i contatti per incrementare il commercio e la divulgazione.Paolo Glisenti, Commissario generale per la partecipazione dell’Italia ha commentato riferendosi allo spostamento di un anno: <Sarebbe stato un fallimento, invece in questo modo sarà il più grande evento mondiale del 2021 per il rilancio delle relazioni internazionali>.Stanno arrivando conferme quotidiane per la partecipazione del 2021 e molto presto saranno al completo ogni singolo spazio.La partecipazione delle aziende italiane va oltre rispetto al Padiglione Italia con circa 800 realtà che sono coinvolte nella realizzazione dell’Esposizione, degli eventi e dei progetti. Il Sole 24 Ore sottolinea quanto proprio il mondo della cultura e del turismo, tra i più colpiti dalla pandemia, possano avere a Dubai una vetrina importante per la ripresa.E l’arte sarà l’elemento centrale della partecipazione e della divulgazione italiana.E una recente decisione lo sottolinea chiaramente.Il David di Michelangelo rappresenterà l’Italia mettendo l’arte al centro della partecipazione italiana.La Galleria dell’Accademia di Firenze, sotto l’egida del Ministero dei Beni Culturali e Turismo, realizzerà il più innovativo progetto di riproduzione ad alta tecnologia del capolavoro di Michelangelo, una riproduzione della statua realizzata con la più grande stampante 3D esistente al mondo sarà esposta nel Padiglione Italia.La scultura, 5 metri e 17 centimetri di altezza per 5 tonnellate e 600 chili di marmo di Carrara, sarà riprodotta con la collaborazione dell’Università di Firenze.<Il significato di questa operazione, desinata a portare nel mondo l’anima dell’Italia, di Firenze e delle nostre città d’arte – ha spiegato Paolo Glisenti – è quello di presentare ai visitatori le competenze multidisciplinari della cultura digitale>.<Il David sarà il protagonista del Padiglione Italia della prossima Esposizione Universale, icona di bellezza e perfezione rappresenterà non solo l’arte italiana, la sua figura sarà soprattutto portatrice di un importante messaggio positivo di rinascita, di speranza e di coraggio> ha detto il direttore della Galleria dell’accademia Cecilie Hollberg.Il mondo si sta preparando, impossibile non esserci.

4 risposte

  1. Franco Carletti ha detto:

    Grazie Giammarco, un progetto in cui abbiamo creduto sin dalla Mostra Pace e Amore alla Grande Moschea di Roma, attese, rinvii e nel contempo mostre collettive e personali con tutte le limitazioni del caso,ma sempre con entusiasmo e fiducia ,sotto la tua preziosa direzione.Ci saremo per rinascere e continuare a proporre l’arte italiana nel mondo

  2. Lorenza Bini ha detto:

    Grazie Gianmarco, per l’entusiasmo e la costanza mostrati in questo periodo nonostante tutti i ritardi e i disguidi dovuti alla pandemia in favore di mostre e eventi che mirano alla diffusione di “Pace e Amore nel mondo”, rendendo illuminante il messaggio che emana dal profondo dell’animo degli artisti , i quali si propongono di dilagare nel mondo una cultura di pace e amore.

  3. Lorenza Bini ha detto:

    Grazie Gianmarco per la disponibilità e la completezza riguardo l’organizzazione ai fini della partecipazione all’Expo 2021 Pace e Amore, cosa a cui credo fermamente che possa permettere agli artisti che guardano in questa direttiva di diffondere l’arte così mirata in tutto il mondo.

  4. Complimenti prof Puntelli per questo Suo impegno a favore dell’arte nel mondo. Felice di far parte di questo Suo progetto. Entusiasmo alle stelle, sarà una ripartenza eccezionale!
    GRAZIE !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *