info@giammarcopuntelli.com

Fiamma Morelli con New code ha creato quel manifesto di pittura che capita di vedere rare volte all’interno della storia dell’arte e quasi mai nel pensiero contemporaneo.

Giammarco Puntelli

Fiamma Morelli con New code ha creato quel manifesto di pittura che capita di vedere rare volte all’interno della storia dell’arte e quasi mai nel pensiero contemporaneo.

(Pubblichiamo in anteprima il mio testo dedicato a un’opera di Fiamma Morelli contenuto nel volume Mediterraneo-Le Scelte di Puntelli in uscita nei prossimi mesi per l’Editoriale Giorgio Mondadori)
Fiamma Morelli, con quest’opera dagli equilibri inediti e dalle aperture certe, si pone da maestro dell’informale a caposcuola di una nuova via dell’astrazione e dell’informale stesso, che presenta baricentri ritrovati e un linguaggio sorprendente nella libertà di incontro con l’emozione, come mai prima della fondazione di questo nuovo codice che è anche un nuovo modo di interpretare la pittura. L’opera, magistrale per esecuzione, narrazione sottile, libertà di movimenti e forza di equilibri, sorprende per la leggerezza formale con la quale il maestro scrive, con efficacia e straordinaria capacità tecnica, i contenuti, gli assiomi, i postulati e i teoremi di una nuova struttura di riflessione e di interpretazione del mezzo artistico che, inseguendo quelle ragioni dell’intelletto e del cuore, diventano il necessario confronto con il mondo, porta nuovi visionari sistemi di percezione della realtà. In modalità quasi “Kant’s model” Fiamma Morelli rende consapevole l’osservatore del mistero dell’arte che può essere illuminato dalla razionalità umana solo se l’uomo stesso mette, costantemente e con coraggio, in gioco la propria emozione derivante direttamente dall’anima in un continuo gioco di luci dettate dagli equilibri che lei insegue in movimento in quella forza di lanci con il trapezio rappresentati sulla tela dal linguaggio del bianco che si manifesta in termini quasi figurativi nelle migrazioni del colore che incontra mutazioni sottostanti: è un vero e proprio miracolo che unisce tecnica e creazione di contenuti dell’opera d’arte. Tutto questo si traduce in una meraviglia di luce, cascate che poco hanno a che fare con le capacità rappresentative della pittura, che molta umanità incontrano in quel labirinto coraggioso e felice di luce e di luci che Fiamma Morelli ha costruito raccogliendolo dagli angoli della propria anima. Questo New code è un manifesto compiuto, intelligente ed emotivo della rinascita dell’arte con la funzione più strutturata ma libera nell’esecuzione, di portare al mondo non la paura ma la speranza e la gioia assoluta di una vita che può essere scritta solo come l’incontro e l’equilibrio fra il bussare dell’anima nel tempo e la luce spirituale e fisica che incontra, creando nuove leggi e regole nell’Estetica dell’arte. L’osservazione dell’opera, da sinistra, rivela il teatro e l’alfabeto del racconto che si sviluppa nella parte centrale dove viene costruito l’equilibrio fluido e in movimento dell’intera realizzazione, quasi un ponte che ci consente il superamento di un vecchio modo di leggere la realtà e di usare l’arte stessa per traghettarci in quella parte tenera, tra il rosa e il giallo, dove l’essere umano raggiunge la massima esposizione ad un’energia guaritrice ed autoguaritrice che trova compimento nei cerchi di luce che sono la base di una architettura quasi stellata per unire l’energia personale dell’essere umano ad un cosmo che non è più osservatore ma diventa narratore e coproduttore della vita stessa. Fiamma Morelli con New code ha creato quel manifesto di pittura che capita di vedere rare volte all’interno della storia dell’arte e quasi mai nel pensiero contemporaneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *