info@giammarcopuntelli.com

Berlino

Giammarco Puntelli

Berlino

Sono a Berlino e solo oggi poteva terminare La Solitudine dell’Angelo, con il ricordo del crollo del muro e l’inaugurazione di Così è la vita di Franco GirondiSono a Berlino.Il mio progetto de La Solitudine dell’Angelo poteva terminare solo oggi.Potrei ventilare una casualità celeste e invece è stato tutto programmato.Come l’inaugurazione del progetto qui a Berlino il 31 agosto durante l’apertura notturna dei musei o l’evento Art Week nelle settimane della permanenza della mostra.Tutto programmato tanti anni fa quando viaggiavo attraverso tre nazioni e scrivevo il progetto.Nulla di casuale, neppure la contemporanea presenza delle opere di mostra a Berlino alla Galleria Lacke & Farben e a Tirana al Museo Storico Nazionale Albanese.E se l’angelo è l’artista che, in solitudine, fra gioia e sofferenza, crea mondi paralleli, osservando dall’alto come gli angeli di Wim Wenders, proprio oggi, lo stesso angelo, può decidere di volare via per tornare a creare messaggi inediti d’arte per il mondo intero.Infatti oggi si celebra il coraggio e la libertà, due qualità essenziali di un vero artista.Oggi a Berlino partecipo alle celebrazioni ufficiali per il trentennale dalla caduta del muro.Trent’anni fa, quando ero adolescente, stavo traducendo Demostene mentre seguivo alla televisione donne e uomini che abbattevano il muro in nome del coraggio e della libertà.In quel momento la storia cambiava.L’arte recupera la storia collettiva e individuale e osserva visionaria l’arrivo del futuro.La Solitudine dell’Angelo termina a Berlino con la mostra personale di un maestro autorevole.Ho scelto per tale impegno Franco Girondi perché ci insegna in cinquant’anni di dedizione all’arte quanto l’Estetica si nutra di libertà intelligente e spirituale, quanto il colore e i materiali possano essere utilizzati come messaggi dello spirito e della convivenza, e perché è uno dei pochi maestri italiani con un protocollo concettuale nella sua ricerca che possa immediatamente entrare in contatto con il pubblico.E la sua mostra ha come titolo “Così è la vita”.Presenterò oggi alle 17 la sua personale, insieme al maestro, in questo giorno memorabile per la Germania e l’Europa e la sua mostra rimarrà alla Galleria Lacke & Farben fino al 6 dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *