info@giammarcopuntelli.com

La fortuna non esiste, esiste solo quando il talento incontra l’occasione

Giammarco Puntelli

La fortuna non esiste, esiste solo quando il talento incontra l’occasione

Troppe volte sento parlare in Italia di artisti che hanno avuto fortuna. Può essere vero fino ad un certo punto sulla linea del tempo.

Quanti personaggi hanno frequentato salotti televisivi e sono rimasti nel tempo? Pochi.

Quanto artisti abbiamo visto nelle fiere in questi anni, in biennali, in rassegne e sono rimasti nell’immaginario collettivo e sul mercato? Pochi.

La fortuna può aiutare a rimanere sul palcoscenico per qualche anno.

La fortuna non assiste per decenni ma si scioglie come neve al sole.

Condivido l’idea della fortuna così come la pensano negli Stati Uniti: a un giocatore di baseball chiedono di rimanere pronto in panchina; nel caso entrasse deve essere pronto a fare un “fuori campo”.

Questa è la fortuna. Nasce quando il talento incontra l’occasione.

L’artista di talento non deve pensare alla fortuna, deve pensare a lavorare e ad attendere l’opportunità per scendere in campo. Meglio ancora deve favorire la sua discesa in campo.

Per artisti che hanno un’identità culturale e una ricerca credibile, l’incontro con l’opportunità avviene nel prepararsi a salire sul palcoscenico imparando a usare gli strumenti che fanno parte della cassetta degli attrezzi dell’imprenditore e che, in un mondo di cambiamenti rapidi, devono diventare un’abitudine mentale accanto allo sviluppo artistico del proprio messaggio.

La conoscenza di certi strumenti è la fortuna perché riesce ad unire il talento alla creazione di quelle opportunità che possono cambiare la vita di un artista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *